profumi francesi

Migliori profumi francesi

Quali sono i migliori profumi francesi? Da Yves Saint Laurent a Dior, il profumo francese si riconosce in tutto il mondo per alcune sue caratteristiche. Indubbiamente, è tra i profumi più acquistati, e la sua storia è molto antica. Les Parfums: la Francia ne è decisamente maestra.

Oggi, tutte le rinomate case di moda francesi si dedicano alla propria fragranza, ma la tradizione del profumo francese risale all’antichità. Principalmente, infatti, i profumi erano legati ai riti magici o religiosi, e la prima testimonianza della creazione di un profumo si ha nell’Antico Egitto.

Non è un caso, infatti, se veniva impiegato durante l’imbalsamazione delle mummie: il termine profumo deriva dal latino, “per fumum”, che si traduce con “attraverso il fumo”.

Profumi francesi: caratteristiche

I francesi hanno iniziato ad utilizzare i profumi nel lontanissimo 1533: a renderli famosi è stata proprio Caterina De’ Medici. Successivamente, in Italia, a Firenze, si dà il via alla realizzazione di profumi molto importanti, soprattutto realizzati dai frati domenicani a Santa Maria Novella. A utilizzare principalmente il profumo erano le dame, mentre oggi non c’è distinzione: tutti amano i profumi.

La Francia vanta una tradizione nella produzione di profumi, ed oggi ne è una delle leader mondiali. Oltre ad essere tra i più originali al mondo – si riconoscono subito grazie alle loro note – è la Provenza a rendere le fragranze speciali. Il motivo? In Provenza si coltivano numerose varietà di ingredienti destinati ai profumi. I più famosi sono proprio il mirto, i fiori d’arancio, la mimosa, il gelsomino, la lavanda o le rose.

Impiegando ingredienti naturali, il profumo francese si distingue da tutti gli altri prodotti artificiali: le loro note fiorite aumentano la qualità del prodotto. Le maison più famose come Chanel, Dior, Yves Saint Laurent, Chloé, Cacharel utilizzano ingredienti francesi per i propri profumi. E non è un caso se sono proprio le case di moda a produrli: il profumo francese viene da sempre connesso ad eleganza, raffinatezza e unicità.

Migliori profumi francesi: quali sono?

Tra i migliori profumi francesi, non abbiamo potuto fare a meno di menzionare le case di moda: grazie ai loro profumi dall’aroma inebriante, ne rimaniamo affascinati ed estasiati. Iniziamo dalla casa di moda Chanel: impossibile non conoscerla, è un vero e proprio punto di riferimento in tutto il mondo.

A creare l’aroma di Chanel Les Exclusifs fu proprio Gabrielle Chanel nel 1930: da allora, è entrato nei cuori di tante attrici e modelle. La fragranza è legnosa, speziata: perfetta per l’autunno e l’inverno. Più recente è “Coco Mademoiselle”. Lanciato sul mercato nel 2001, è tra i profumi francesi più amati: femminile e fresco. Non sapremmo come altro descriverlo.

La vie est Belle” di Lancome è uno dei profumi francesi più acquistati nel mondo: oltre ad essere un profumo perfetto da indossare per tutta la giornata, la sua fragranza è dolce e si adatta a qualsiasi momento. Perfetto in primavera, ma anche in autunno.

Se vi dicessimo “J’adore”, rispondereste “Dior”: la pubblicità ci è entrata nel cuore, così come la fragranza di questo profumo. Il suo aroma è tra i più apprezzati: sono gli ingredienti freschi a rendere questo profumo una nota perfetta. Rosa, prugna di Damasco, violetta e orchidea africana: un profumo francese che racchiude in sé il meraviglioso aroma del mondo.

Yves Saint Laurent è storia, e nel settore dei profumi è maestro. Per le donne, “Mon Paris” è un vero e proprio profumo irrinunciabile: oltre alle note fruttate, la fragranza dolce è adatta per qualsiasi momento speciale da trascorrere con il proprio partner. Black Opium pour Homme ha quell’aroma che lo contraddistingue da qualsiasi altro profumo: vaniglia e fiori bianchi in un incontro seducente, oltre alle note di caffè nero.

prolungare durata profumo

Come prolungare la durata del profumo: i migliori segreti

Ci sono dei metodi o trucchi per prolungare la durata del profumo? Quando acquistiamo un profumo – soprattutto uno costoso! – ci capita di volerlo utilizzare anche per anni. Purtroppo, però, il profumo dopo molto tempo comincia a perdere le sue note e in alcuni casi non risulta persistente come prima. A questo punto, invece di buttarlo a di comprarne un altro, è importante capire come farlo durare più a lungo possibile: i trucchi ci sono e sono anche abbastanza semplici.

Dal metodo di utilizzo al metodo di conservazione, di seguito troverete una mini guida sui profumi.

Come prolungare la durata del profumo

Forse non tutti sanno che la durata del profumo è direttamente proporzionale alla concentrazione di profumo dello stesso.

La concentrazione di profumo varia in base al prodotto: si passa dalla Eau de Cologne, che ha una concentrazione al 5%, all’Extrait de Parfum, con una concentrazione al 20%, la più alta sul mercato. Non a caso, infatti, le acque di Colonia dovrebbero essere “indossate” più spesso in estate, in quanto le loro note sono estremamente fresche e leggere.

Fatta questa doverosa premessa, possiamo per esempio scegliere di idratare la pelle prima di spruzzare il profumo: inoltre, è bene scegliere una crema delle stesse note del profumo, in modo tale che l’odore permanga e che non sparisca dopo poche ore dal suo utilizzo.

Risale al XVIII secolo il trucco di spruzzare un po’ di profumo sui tessuti: il modo migliore per farlo è scegliere di porre il profumo a una distanza di circa 30 cm dal vestito. Il motivo è che dovrebbe evitare la classica macchia o alone: è importante tuttavia non spruzzare il profumo su tessuti molto delicati, che si rovinerebbero subito.

C’è inoltre un piccolo trucco che sembra scontato, ma invece non lo è. Molti di noi, dopo avere spruzzato il profumo, si strofinano subito i polsi. In realtà è un errore abbastanza comune e grossolano: il profumo non va strofinato in alcun modo. Il motivo è che le piccole molecole delle note svaniscono rapidamente in questo modo e si affievoliscono dopo pochissimo tempo. Ed ecco che il profumo non solo non dura a lungo, ma dopo qualche ora sparirà del tutto.

Consigli e trucchi per i profumi

Alcuni trucchi suggeriscono di combinare vari profumi per farli risultare più fissanti e persistenti. Tuttavia, per provare questo trucco, dobbiamo essere decisamente molto bravi e avere un naso allenato. Il risultato è di ottenere due profumi dalle note dissimili tra loro, che peggioreranno la situazione. Meglio combinare due fragranze che si somigliano per fare durare il profumo più a lungo.

Badate bene che anche il luogo in cui conserviamo il profumo deve essere perfetto: come per gli alimenti, è importante soffermarsi sulle etichette. Noteremo che il luogo migliore in cui riporre un profumo deve essere “fresco, asciutto e lontano da fonti di luce o calore”. Riporre il profumo in bagno è in realtà la scelta più comune, ma non è la migliore: il bagno è un luogo in cui si verificano numerosi sbalzi di temperatura e anche picchi di umidità dopo la doccia o un bagno caldo. Inoltre, un altro prezioso consiglio ci suggerisce di riporre il profumo nella sua scatola dopo averlo utilizzato: questo lo manterrà più a lungo.

Infine, ci sono delle zone del corpo in cui spruzzare il profumo ne contribuisce a far durare la fragranza per più tempo: ci riferiamo ai punti caldi o punti di impulso. Semplicemente, sono zone che permettono alle note del profumo di sprigionarsi meglio durante la giornata: capelli, dietro del orecchie, dietro il gomito, dietro la schiena, sul ventre e dietro il ginocchio.

profumo uomo natale

Regalare un profumo per lui a Natale i migliori 7

Regalare un profumo, soprattutto quando i vostri uomini hanno pochi hobbies ed interessi, è la soluzione perfetta. Ciò è vero soprattutto a Natale, quando si è chiamati a mettere sotto l’albero un discreto numero di strenne e pensierini e, puntualmente, ci si riduce a provvedere ai regali all’ultimo momento.

Del resto poi il profumo è un grande classico, qualcosa che non passa mai di moda. In poche parole potreste fare un figurone, andare a colpo sicuro e… evitare di perdere ore ed ore all’interno di centri commerciali et similia!

Acqua di Giò Profumo Special Blend, Giorgio Armani

Volete andare proprio sul sicuro? Beh, orientatevi su Acqua di Giò Profumo Special Blend di Giorgio Armani. La nota predominante di questa fragranza è sicuramente il patchouli. Si tratta quindi di un aroma intenso, sensuale ed a dir poco inebriante.

Questo vago sapore d’oriente è in qualche modo intensificato anche dalla presenza di incenso (e sotto Natale l’incenso non guasta mai). Completa il quadro la resina di abete che smorza un po’ la dolcezza della fragranza conferendogli invece una nota di virile eleganza la quale non manca di catturare gli olfatti delle partner.

Insomma, in fondo in fondo le mogli o le fidanzate che opteranno per questo prodotto prenderanno due piccioni con una fava: rimedieranno per la loro metà un regalo azzeccatissimo ed assicureranno a sé stesse un piacere olfattivo persistente.

Le Gant, Byredo

Forse è un po’ meno conosciuto rispetto ad altri prodotti cosmetici similari, ma Le Gant Byredo non mancherà di stupirvi. Regalando al vostro lui questo profumo sceglierete di comprare un articolo che sa bilanciare alla perfezione note floreali e delicate con aromi intensi e virili.

Alla base di questa composizione troviamo infatti tanto gli agrumi speziati quanto il cuoio, tanto il bergamotto quanto lo zafferano selvatico. Si tratta di una fragranza fresca e tutto sommato adatta a qualsiasi circostanza. Insomma: non ve ne pentirete!

Sauvage, Dior

Ricordate il mitico spot televisivo che vede Johnny Deep vagare per il deserto dopo averci regalato uno splendido assolo di chitarra? Beh, non si tratta della solita estrosa pubblicità di un profumo qualsiasi: l’idea delle lande desolate ha in qualche modo a che fare con il processo creativo che ha portato alla nascita di Sauvage di Dior.

Pare infatti che l’ideatore del profumo abbia tratto spunto per la sua creazione proprio dal ricordo delle notti trascorse nel deserto. Il risultato? Una fragranza misteriosa, capace di sedurre ed ammaliare, ricca di toni caldi ed intensi e di rimandi alle atmosfere orientali. Si tratta insomma di un profumo che lascia il segno…

Pure XS, Paco Rabanne

Ma passiamo adesso al Pure XS di Paco Rabanne. Stavolta abbiamo a che fare con un profumo orientale la cui filosofia creativa si basa sull’accordo tra perfetti opposti: da una parte il calore e dall’altra la freschezza, da una parte un odore intenso e persistente e dall’altra la dolcezza e la morbidezza.

Questo “equilibrio sopra la follia” richiede ingredienti specifici: zenzero, cannella, vaniglia, cuoio, ma anche muschio e liquore. Insomma: non manca proprio niente in questa sfiziosa boccetta blu intenso!

Born in Roma, Valentino

Vogliamo celebrare la nostra bella Italia? Bene: ricordiamoci della maestosità della capitale e di alcune eccellenze nazionali. Roma e la moda, la città eterna e Valentino.

Born in Roma è un eau de parfum che unisce sapientemente sale e legno di vetiver, violetta e zenzero. Si ottiene così un prodotto piccante ed affumicato, fresco e lievemente boisé, delicato ma perfetto per un uomo di classe. Altro che un semplice profumo!

Desert Serenade, Prada

Al vostro fianco c’è un uomo sensuale e romantico? Siete davvero delle donne fortunate! Premiate questa perla rara con un profumo che faccia al caso suo, che tenga conto della sua dolcezza e del suo animo capace di grandi slanci, del suo amore per l’arte e della sua passione per la poesia.

Vi suggeriamo nello specifico l’acquisto di Desert Serenade di Prada, un prodotto nato proprio da una sorta di ispirazione romantica. Al suo interno gli olfatti più allenati percepiranno le note del miele, quelle dello zafferano e quelle del cuoio unite in un mix da sogno.

Uomo Levriero Collection, Trussardi

Se invece il vostro è un partner sofisticato ed originale, virile e sensuale, beh, orientatevi su Uomo Levriero Collection di Trussardi. Questi aspetti del suo carattere e della sua personalità verranno puntualmente esaltati dalla presenza di note agrumate (limone e bergamotto), legnose (galbano, patchouli, akigalawood , sandalo) e speziate (noce moscata, salvia sclarea, violetta e geranio).

Una chicca? Il flaconcino ha un design parecchio accattivante e perfettamente in linea con il prodotto. La boccetta è di un bel nero brillante su cui si staglia un tappo dorato che ripropone le fattezze di un levriero, simbolo della nostra maison di moda.

profumo sandalo

Legno di sandalo il profumo dell’autunno

Una fragranza che scalda il cuore

Indagando sugli ingredienti presenti nelle formulazioni dei migliori profumi maschili, vi renderete conto che il legno di sandalo difficilmente mancherà all’appello.

Questa essenza ha infatti qualcosa di estremamente virile, quasi di erotico. Al contempo però lascia trapelare un retrogusto mistico ed avvolgente, un sapore autunnale capace di scaldare il cuore…

Cenni storici

In pochi sanno che il legno di sandalo è un’essenza ricavata dal Santalum Album, una pianta molto diffusa su territorio indiano. Originariamente il suo odore dovette in qualche modo colpire la fantasia delle popolazioni autoctone: gli estratti ricavati venivano addirittura ritenuti utili ad allontanare gli spiriti cattivi!

Lo yoga tantrico invece mette in relazione questa essenza con l’energia sessuale da convertire in energia spirituale. Al giorno d’oggi poi il legno di sandalo viene utilizzato dalle industrie cosmetiche per dar vita ad una vasta gamma di prodotti pensati per il benessere e la cura del corpo.

I conoscitori dell’aromaterapia infine assicurano che le note di sandalo aiutano a ridurre lo stress, a lasciarsi alle spalle gli stati d’ansia ed ad affrontare il mondo con un po’ di pacatezza in più…

I possibili abbinamenti

Se amate la cultura orientale non potrete che apprezzare l’abbinamento legno di sandalo-pietra corniola. Si tratta di un accostamento che mette in comunicazione l’energia sessuale e spirituale dell’individuo. In particolare questa unione sembrerebbe dare nuova grinta agli uomini. Ma non è ancora tutto. La combo legno di sandalo-corniola funzionerebbe anche nel caso in cui si dovesse in qualche modo placare una certa tendenza all’aggressività o sbloccare un’energia sessuale inibita da cause non meglio precisate. In più l’utilizzo in coppia di questi due elementi può agire positivamente sui disturbi fisici legati al malfunzionamento dell’apparato genitale maschile, risanare infiammazioni di prostata e vescica.

Se invece vi interessano più che altro gli abbinamenti olfattivi allora dovete sapere che spesso il legno di sandalo viene incluso in profumazioni maschili dal sapore orientale. Non è raro perciò legare questa essenza alle spezie in generale (coriandolo o pepe, zafferano o chiodi di garofano poco importa). Molto gettonato è anche l’effetto “selvatico” da cui la tendenza ad accostare quest’ingrediente al cuoio. Il retrogusto sensuale del legno di sandalo ben si abbina poi all’ambra o ancora agli esotici patchouli e papiro. Ma non è tutto.

La nostra fragranza ben si sposa anche con delle note olfattive più o meno vigorose che in qualche modo attivano anche un altro senso: il gusto. Molte volte il legno di sandalo si trova così abbinato al cioccolato fondente o alla mandorla, allo zucchero di canna o al rum passando ancora per il caramello.

C’è da dire infine che il sandalo, aroma autunnale per eccellenza, non ha soltanto la funzione di rendere dolce e sensuale un profumo: grazie alle sue caratteristiche chimiche è in grado di fissare infatti sulla pelle svariati tipi di fragranze prolungando perciò la persistenza di una qualsiasi eau de toilette o dei vari eau de parfum. Da qui la necessità di far spesso ricorso a questa essenza in qualità di nota di fondo.

Regalare profumo lei Natale

Regalare un profumo per lei a Natale i migliori 7

Regalare un profumo alla vostra mamma, alla vostra compagna o, perché no, a vostra figlia potrebbe non essere semplice come credete. Si tratta del resto di un prodotto estremamente personale che deve conquistare l’olfatto della destinataria.

Eppure il profumo è un grande classico, soprattutto a Natale. E allora come fare? Come si può essere certi di non sbagliare? Ecco qualche dritta: vedrete che le donne della vostra vita non potranno che apprezzare!

Gabrielle Essence, Chanel

Volete andare sul classico? Con un bel Gabrielle Essence di Chanel state certi che non potrete sbagliare. Si tratta di un must da tenere in bella mostra sulle mensole del bagno o sul mobile da toeletta.

Questa fragranza, sensuale e persistente sulla pelle, rimanderà le donne un po’ più mature indietro nel tempo e conquisterà le più giovani con tutto il fascino di un prodotto contraddistinto da un’eleganza intramontabile.

A rendere il regalo ancora più gradito è il design della boccetta che lascia intravedere il colore di questa piccola magia: un dorato intenso, ricco e… ben abbinato con gli addobbi natalizi!

Dior, J’Adore La Nouvelle Eau Lumière

Anche Dior ha creato negli anni molti profumi destinati a diventare dei cult. Uno di questi è J’Adore La Nouvelle Eau Lumière. Si tratta di un’essenza intensa, capace di trasmettere sensazioni forti ed al contempo una frizzante spensieratezza.

Tra gli aromi contenuti nella formulazione ricordiamo l’arancia sanguinella ed il limone amalgamati alla perfezione con svariate note floreali, le più preziose.

Anche in questo caso un sicuro impatto ha pure la boccetta scelta per contenere il vostro prezioso profumo: si tratta della classica silhouette “en 8” disegnata da Christian Dior in persona. Insomma: what else?

Villoresi teint de neige

Non tutte le donne vogliono vestire i panni delle femmes fatale e non tutte le donne vogliono profumare di preziose note floreali. Alcune invece preferiscono tornare un po’ indietro nel tempo, magari all’infanzia. Si tratta di una sensazione rassicurante che ogni tanto fa piacere provare.

Cosa c’è di meglio allora di un profumo talcato? E cosa c’è di meglio di un Villoresi Teint de Neige? Questa “tinta di neve” rimanda sin da subito all’idea di purezza, di pulizia e… di un mondo incantato ormai lontano. Bisogna dire comunque che si tratta di un profumo di nicchia, di una fragranza tra le più raffinate al mondo. Basteranno poche gocce per odorare di cipria tutto il giorno.

Hermes, Twilly Eau De Poivree

E perché non scegliere invece un HermesTwilly Eau De Poivree? Questa fragranza unisce le note dense e vibranti del pepe rosa a quelle raffinate del patchouli, la delicatezza della rosa ad un misto di spezie. La donna che lo indossa è esuberante e giovanile, fresca, sensuale ed incontenibile.

Sfiziosa è sicuramente anche la boccetta: il coperchio rimanda un po’ alle forme di una bombetta, il classico cappello indossato da Charlot o da Stanlio e Onlio. Subito sotto al tappo fa bella mostra di sé un nastro rosa frivolo e sbarazzino e, ancora più sotto, un flaconcino che contiene un liquido dal caratteristico colore rosa vibrante.

Insomma: state tranquilli che difficilmente non coglierete nel segno acquistando (e regalando) questo prodotto!

Kenzo World Power

Volete un profumo adatto ad una donna originale e grintosa che non ha paura di osare? Beh, allora il prodotto che fa al caso vostro è il Kenzo World Power. Questa fragranza sembra coniugare alla perfezione tutti gli opposti, riequilibrarli in maniera armonica e sprizzare energia ad ogni effluvio.

Le sue note sono al contempo dolci e salate, rimandano all’idea di un qualcosa di maschile che va a controbilanciare una parte squisitamente femminile, si passa dalla fava Tonka al cristallino di sale marino. La boccetta è anche in questo caso da collezione: ovoidale, vagamente somigliante ad un occhio con tanto di palpebra e pupilla ed originalissima!

Paco Rabanne Lady Million Empire

Se vi piacciono i chypre floreali il Paco Rabanne Lady Million Empire è ciò che fa per voi. Le sue note rimandano con la mente (e con il gusto) al cognac, cognac che si mesce alla magnolia ed ai fiori d’arancio, alle note floreali in genere ed ai sapori orientali, al patchouli ed all’osmanto.

Insomma: si tratta di un equilibrio perfetto da cui emerge il ritratto di una donna affascinante ma impertinente, dispettosa ed al contempo capace di attirare a sé chiunque, esattamente come una calamita (o come una calamità?).

Pupa, Red Queen Sophisticated Fruity

Concludiamo questa nostra carrellata di consigli per gli acquisti con una creazione Pupa, il Red Queen Sophisticated Fruity. Dalle note agrumate al ricordo dell’osmanto passando ancora per il caviale rosso: ecco da cosa deriva tanta sensualità!

A queste essenze si aggiungono comunque il legno di sandalo ed il pepe rosa che rendono la seduzione un gioco raffinato e per nulla scontato. Frizzante, moderno, delicato ed elegante questo profumo ha tutte le carte in regola per diventare un cult (e per assicurarvi un figurone sotto il vischio e l’albero di natale!).

profumi autunno

Migliori profumi autunno 2020

L’autunno 2020 saprà regalarci dei profumi degni di nota? Saprà catturare i nostri olfatti, raffinati o meno che siano, dando vita a dei veri e propri cult? A quanto pare le premesse ci sono tutte. 

Accantonate le fragranze fresche ed estive, prepariamoci perciò a degli aromi più intensi ed avvolgenti, più caldi e persistenti. Non possiamo dire che quest’anno ci siano delle famiglie olfattive predominanti: dai toni fruttati a quelli floreali passando ancora per le note gourmand, non manca praticamente niente all’appello! 

Volete saperne di più? Volete battere le vostre amiche sul tempo e correre subito in profumeria per comprare il nuovo must dell’autunno? Bene: eccovi qualche dritta.

Migliori profumi per l’autunno 2020

J’Adore Infinissime di Dior

L’autunno inizia a settembre e Dior ha programmato proprio per questo mese il debutto sul mercato del suo J’Adore Infinissime, variazione sul tema dell’ormai arcinoto J’Adore. 

La formulazione di questo prodotto risente molto di note orientali e floreali nonché di essenze agrumate e speziate. Particolarmente evidente è l’uso del bergamotto e del pepe rosa a cui si uniscono la tuberosa di Grasse, il sandalo ed il gettonatissimo gelsomino. 

La fragranza, così come l’immancabile boccetta chic, non potrà che far breccia nel cuore delle donne!

Coco Mademoiselle L’Eau Privée di Chanel

Coco Mademoiselle L’Eau Privée di Chanel: ecco un profumo che non potrete assolutamente escludere dai vostri futuri acquisti cosmetici. Ad anni dall’addio alla sua fondatrice, il brand Chanel continua a dettar legge nel mondo della moda, del gusto, del fascino e della sensualità. 

Questo nuovo profumo evidenzia delle note di testa agrumate (mandarino su tutte) delle note di cuore floreali (rosa e gelsomino) e delle note di base legnose (muschio bianco). Ne deriva un’originale miscela da provare assolutamente.

Libre di Yves Saint Laurent

Passiamo adesso al terzo dei nostri cinque suggerimenti: Libre di Yves Saint Laurent. Ad essere onesti in questo caso non abbiamo a che fare con un vero e proprio debutto autunnale: la fragranza qui in esame è infatti già in commercio da qualche mese ma, prestandosi poco ad accompagnare le giornate estive, non ha ancora raggiunto la fama che merita. 

Si tratta di una essenza in qualche modo audace, grintosa e sensuale. Tra gli ingredienti presenti nella formulazione distinguiamo chiaramente note fruttate (mandarino e ribes), floreali (lavanda), speziate (vaniglia) e legnose (muschio). 

Sul mercato esiste anche una versione limited edition di questo prodotto, la Yves Saint Laurent Libre Dress Me Wild?

R.E.M. Ariana Grande

Poteva l’autunno non ispirare qualche celebrità con il pallino della cosmesi? Ovviamente no. Stavolta è toccato ad Ariana Grande ed al suo R.E.M. Per il momento però gli olfatti italiani dovranno pazientare un po’: il prodotto non ha ancora varcato i nostri confini. Molto probabile è comunque che il profumo arrivi nel bel paese proprio in autunno. 

In quel caso annuseremo un buon aroma vanigliato orientale frammisto a mela cotogna, sale e caramello. A questi ingredienti si aggiungeranno poi altre note fruttate (fico e fave tonka), floreali (lavanda, fiore di pero) e legnose (sandalo e muschio).

Bloom Profumo di Fiori di Gucci

Concludiamo questa carrellata di suggerimenti con Bloom Profumo di Fiori di Gucci. In questo caso siamo dinnanzi ad un debutto in piena regola. Nuovamente abbiamo a che fare però con un profumo a prevalenza orientale floreale. 

Qui le note del gelsomino si combinano ad arte con quelle delle tuberosa, del muschio, del sandalo e dell’iris. Le premesse per stupire ed intrigare l’olfatto insomma ci sono tutte.

profumi fruttati

Migliori profumi fruttati

Dire “profumo fruttato” significa far riferimento ad un ampio spettro di fragranze capaci di suscitare in noi diversi tipi di reazione. Rientrano nella categoria infatti gli aromi frizzanti, per esempio quelli del limone o del bergamotto, che ci comunicano un certo brio ed una certa positività. Allo stesso tempo fanno parte di questa grande famiglia anche i profumi dolci e delicati che sfruttano magari le note della pera o della mora. E della sensualità di una fragranza al cocco vogliamo parlarne?

In poche parole in questa categoria di aromi ed essenze la natura la fa da padrona mostrando sempre il suo lato più caldo e morbido, rimandandoci inconsciamente all’idea di estate e di spensieratezza. Quella delle fragranze fruttate è una famiglia olfattiva di cuore esaltata dai toni dell’agrumato quando si vuole dar vita ad un prodotto caldo e sensuale, del floreale se invece si vuole dar l’idea di una inesauribile energia. Volete qualche esempio di profumo fruttato? Eccovelo!

Migliori profumi fruttati

Comptoir Sud Pacifique Coco Figue

Comptoir Sud Pacifique Coco Figue è sostanzialmente un fruttato unisex. La sua formulazione prevede la sensuale combinazione di cocco e fico. Ne deriva una sensazione olfattiva rotonda che in qualche modo suggerisce anche una sorta di retrogusto latte e vaniglia

Si tratta senza dubbio di una fragranza molto estiva, tendenzialmente esotica e capace di costringere la mente a pensare alle tante agognate vacanze estive. Caratterizzano inoltre questo profumo intensità e persistenza. 

Quando indossarlo? Beh, quasi ogni occasione è buona, ma se avete in programma una bella cena in unresort lo è di più!

Desiderio di Paolo Gigli

Desiderio di Paolo Gigli è un profumo destinato principalmente agli uomini. A contraddistinguere la fragranza da altre fruttate maschili è la preminenza di limone e mandarino, note di testa, che si aggiungono al ricordo del cocco, del frutto della passione e della pesca, note di cuore. 

Ne deriva un aroma robusto, intenso ed al contempo brioso ed estivo. A queste sensazioni però si aggiunge anche un tocco di dolcezza e di sensualità conferito dalle preziose note di base scelte per questa irresistibile miscela: vaniglia, ambra e fave di Tonka.

Floris London Limes

Floris London Limes rientra a pieno titolo nel novero delle fragranze fruttate ed agrumate. Il suo sapore è intenso, fresco ed estivo. Le note provenienti dall’albero di tiglio e dalle foglie di limone sono nello specifico quelle che più rimandano all’idea di pulito e di leggerezza.

Il muschio, nota di base, fa un po’ da contrappeso a questi aromi creando una formulazione fuori dagli schemi ma comunque capace di soddisfare chiunque, anche i più esigenti tra i clienti.

Signorina in fiore di Salvatore Ferragamo

Le più addentrate nel settore l’avranno riconosciuto: Signorina in fiore di Salvatore Ferragamo è un profumo che in qualche modo ha fatto storia e che ai nostri giorni è tornato prepotentemente alla ribalta nella sua edizione riveduta e corretta. 

Le evidenti note fruttate, derivanti dalla pera e dal melograno, si uniscono qui agli aromi floreali del ciliegio e del gelsomino oltre che agli immancabili legni, muschio bianco e sandalo su tutti. 

Se ne ricava un profumo fresco e giovanile, romantico e delicato che non manca di catturare anche gli olfatti più fini.

Keiko Mecheri Grenats

Keiko Mecheri Grenats è una eau de parfum caratterizzato da intensità e persistenza medie, ma non solo. La fragranza si fa notare infatti per la straordinaria sensazione di freschezza che riesce a comunicare, sensazione che presto o tardi culmina in note avvolgenti e sensuali. 

Si tratta di un profumo squisitamente femminile, adatto a donne semplici e di classe, da indossare in qualunque contesto senza mai sfigurare. Tra le note olfattive che lo compongono distinguiamo chiaramente il melograno, la rosa ed il muschio.

profumi talcato

Migliori profumi talcati

I profumi talcati incontrano i gusti di un’ampia fetta di clientela. Perché? Beh, forse perché annusando queste essenze ci vengono subito in mente le nostre nonne. Oppure perché ritorniamo inconsciamente ai nostri primi anni di vita, quando ad essere perennemente cosparsi di borotalco eravamo proprio noi.

Sicuramente i poudré generano un senso di nostalgia, una momentanea voglia di ritorno al passato. Di contro però ci fanno anche sentire al sicuro, esattamente come quando eravamo bimbi.

Profumi talcati: qualche informazione tecnica

Ma come si ottiene un profumo talcato? Quali sono le note che contraddistinguono un autentico poudré? Beh, un ingrediente immancabile è sicuramente l’iris. Non a caso questo fiore un tempo veniva lasciato essiccare al sole. Una volta ultimato il processo, dal suo rizoma si otteneva una polverina profumata che le donne dell’epoca utilizzavano in luogo della nostra moderna cipria.

Dall’iris oggi si ricava anche una sorta di burro che, immancabilmente, viene utilizzato nella formulazione di molti profumi talcati. A questi ingredienti si aggiungono poi il calamus e, un po’ a sorpresa per dire la verità, parti di carota. Completano la ricetta magica degli elementi chimici normalmente sintetizzati in laboratorio.

Adesso che conoscete proprio tutto dei profumi talcati non siete curiosi di provarne qualcuno? Ecco allora i nostri suggerimenti.

Migliori profumi talcati

Chanel n°19

Quando si parla di profumi femminili, a prescindere dal contesto, è difficile non tirare in ballo un prodotto Chanel. Stavolta abbiamo a che fare con il numero 19 della linea.

Nemmeno a dirlo si tratta del poudré per antonomasia: le sue note sono infatti raffinate e delicate, eleganti e sensuali come non mai.

Il profumo in questione si compone di essenze verdi frammiste a fiori bianchi. Nell’insieme non poteva mancare l’iris mischiato ad un tocco di petali di rosa. La versione del 2011 consta anche di un’aggiunta di prestigio: la fava tonka.

Bulgari Petit et Mamans

Questo profumo, già a partire dal nome, ci evoca quel sentimento di piacevole nostalgia a cui alludevamo qualche riga più in là (“Petit **et *mamans*”, è più o meno traducibile come “Bimbi e mamme”).

Ma non si tratta soltanto di un’astuta manovra di marketing volta a colpire la nostra psiche: questo profumo è davvero utilizzabile sia dai pargoli che dalle loro madri.

La formulazione si avvale di delicate essenze fruttate e floreali tra cui possiamo facilmente distinguere il bergamotto, la camomilla, la pesca e qualche dolcissima nota di vaniglia.

Officina delle Essenze Puro Talco

Puro Talco di Officina delle Essenze invece si affida a noti dominanti quali la vaniglia e lo ylang ylang unite all’immancabile iris. Si tratta di un prodotto caratterizzato da un aroma intenso ed avvolgente, dolce e persistente.

Gli esperti che hanno dato vita a questa fragranza hanno pensato di definirla come una carezza che accompagna per tutta la giornata chiunque la indossi. Insomma: in qualche modo anche stavolta registriamo un’inconscia sensazione di protezione che ci rimanda un po’ al passato.

Acqua di Parma Iris Nobile Eau de Parfum

L’iris è ancora l’ingrediente dominante nella formulazione di Iris Nobile Eau de Parfum di Acqua di Parma.

Stavolta però siamo di fronte ad una fragranza che ha trovato il perfetto punto di equilibrio tra dolcezza e determinazione, tra tradizione ed innovazione. Non lasciatevi sfuggire perciò l’occasione di provarlo (o di farvelo regalare): proverete una sensazione unica!

Narciso Rodriguez Narciso Poudré

Ed eccoci arrivati all’ultimo dei migliori profumi calcati che abbiamo pensato di suggerirvi: Narciso Rodriguez Narciso Poudré. Stavolta abbiamo a che fare con una fragranza dolce e sensuale, carica di pathos ed al contempo quasi rassicurante.

Questa eau de parfum ha il potere di creare un piacevole effetto seconda pelle e noi, anche in questo caso, ve ne suggeriamo l’acquisto.

Profumi

Migliori profumi equivalenti

Mai sentito parlare di profumi equivalenti? Si tratta di prodotti pensati per avere una fragranza in tutto e per tutto uguale a quella di altre essenze blasonate, ma confezionati in bottigliette prive di marchio. A volte invece sui flaconi campeggia un nome o un logo che in qualche modo è semplice associare a quelli originali. In poche parole quindi si ha a che fare con delle imitazioni dichiarate ma di lusso.

Non pensate infatti che acquistare un profumo del genere significhi comprare un prodotto di qualità scadente, anzi. Non soltanto l’odore, ma anche la fattura dell’articolo è del tutto uguale agli originali. Capita a volte anche che la persistenza di queste fragranze sia più duratura di quanto non accada acquistando costose essenze brandizzate.

Insomma: il profumo equivalente è un profumo alla portata di tutti perché il suo prezzo di vendita è quasi sempre più che abbordabile, ma che comunque non ha niente da invidiare a prodotti di livello. Nelle prossime righe troverete qualche utile consiglio per gli acquisti.

Paco Rabanne XS

Paco Rabanne XS (edizione 2018) è un prodotto ispirato al Creed Himalaya, un profumo maschile che ha fatto storia. Il flacone di quest’ultimo, interamente argentato, richiama alla mente le cime della nota catena montuosa. La scelta è azzeccatissima, soprattutto se si tiene conto del fatto che la fragranza vuole trasmettere una piacevole sensazione fredda.

Quello qui in esame è un profumo prettamente estivo, rinfrescante ed inebriante. Lo caratterizza un perfetto miscuglio di note fredde (il muschio per esempio), fresche (l’immancabile agrumato) ed orientali (l’ottimo sandalo).

L’imitazione è perfettamente riuscita ed il prodotto può dirsi di buona qualità sotto tutti i punti di vista.

Lalique pour homme

Lalique pour homme è l’imitazione meglio riuscita del più noto e blasonato Bois du Portugal. Se volessimo identificarne il grado di similarità dovremmo infatti orientarci su un buon 90%.

In entrambi i casi acquistando questi prodotti sceglierete di indossare una fragranza tipicamente maschile in cui gli aromi del sandalo e della lavanda si uniscono in un perfetto connubio.

Byzantium

Byzantium ricorda da vicino un prodotto della linea Tesori d’OrienteSweet Oriental Dream. Si tratta di un articolo che rimanda un po’ alle note del borotalco e che ha però anche un aroma vagamente orientaleggiante. Nell’insieme la fragranza è molto dolce, piacevole e sensuale.

Il profumo equivalente qui in esame ha un costo davvero irrisorio e, a parere di molti esperti, è qualitativamente superiore rispetto all’originale.

Tabac Rouge di Phaedon

Avete presente Tobacco Vanille, quello splendido profumo unisex la cui persistenza è garantita sulla pelle per ore ed ore? Bene, Tabac Rouge di Phaedon ne è la quasi perfetta imitazione.

La fragranza si caratterizza per una particolare dolcezza accentuata dalla presenza della vaniglia e di una manciata di frutta fresca essiccata. Non mancano poi le note del cioccolato e persino di qualche spezia natalizia. Si tratta di un prodotto di altissima qualità che, non a caso, ha un costo discretamente elevato per essere un’imitazione.

Volete conoscere un trucchetto? Spruzzando sulla stessa porzione di pelle l’Eaudes Baux de l’Occitaine ed il Pipe Tobacco di Demeter otterrete praticamente lo stesso effetto!

Armaf Club de nuit/ Lidl Suddenly Madame Glamour

Questa volta sono due i profumi equivalenti che più ricordano l’originale: Armaf Club de nuit e Lidl Suddenly Madame Glamour. A quale blasonatissima fragranza ci riferiamo? Al top del top: Chanel n°5.

Si tratta di un profumo molto elegante, adatto più che altro alle donne non più giovanissime ed in qualche modo capace di evocare alla mente un’immagine molto sensuale: sarà colpa di Marilyn Monroe?

Un piccolo suggerimento

I profumi equivalenti, come abbiamo già detto, sono spesso dei prodotti di altissima qualità. Ciò è vero soprattutto nel caso di fragranze di livello, essenze che in qualche modo sono comunque firmate dai laboratori o dagli esperti che le hanno ricreate.

Esse, per quanto sicuramente più economiche rispetto agli originali, tranne rare eccezioni non sono comunque abbordabilissime. Diffidate perciò dei prodotti troppo economici o dei profumi di dubbia provenienza: oltre ad essere scadenti, potrebbero in qualche modo rivelarsi persino pericolosi dato che la pelle assorbe ciò che le cade addosso.

Profumi nicchia

Miglior profumo di nicchia per uomo

Prima di suggerirvi qualche buon profumo di nicchia, vediamo di capire cosa realmente si indichi con questa locuzione. I profumi più blasonati, quelli che saranno sì ottimi, ma che in compenso costano un occhio della testa, vengono detti di designer. Per intenderci rientrano nella categoria i vari Chanel, i Dolce&Gabbana, i Versace, Gucci e via discorrendo. Essi sono in genere di facile reperibilità ed incontrano i gusti di una larghissima fetta della popolazione.

I profumi di nicchia, come del resto non è difficile intuire, sono invece dei prodotti a tiratura limitata. Cosa significa questo? Che se i primi costavano un occhio della testa, questi costano entrambi gli occhi della testa! Si tratta però di fragranze destinate a persone il cui olfatto esuli dal comune, di qualcosa di totalmente diverso rispetto al resto. Eccone qualche esempio di profumo di nicchia.

Parfums de Marly Herod

Per quanto riguarda il mondo dei prodotti di nicchia, Parfums de Marly Herod è un entry level, ma non possiamo che definirlo una sorta di profumatissimo capolavoro. A catturare il naso di chi lo acquista è essenzialmente la nota di vaniglia gourmand, capace di ammaliare e sedurre. Non manca poi qualche essenza speziata ed è evidente il ricorso al tabacco.

Si tratta in sostanza di un prodotto di carattere, sensuale ed elegante, unico nel suo genere. Seppur in maniera molto vaga, le essenze che più ricordano questo profumo di nicchia sono forse il Man in Black di Bulgari o lo Spicebomb di Viktor&Rolf .

Christian Clive X for men

Il Christian Clive X for men è davvero un profumo di nicchia, destinato soltanto a pochissimi olfatti raffinati. Il prodotto ben si adatta agli uomini non più giovanissimi dato che suggerisce l’immagine di un’eleganza che purtroppo non appartiene più alla nostra epoca.

Certo, con questo non intendiamo dire che la fragranza in esame è destinata soltanto alle persone attempate, ma vogliamo sottolineare invece che stonerebbe alquanto su un ragazzino.

L’odore emanato da questo prodotto è molto aspro, virile, rude ed aggressivo. Tale effetto è dovuto alla forte presenza di rabarbaro. Tutta questa prepotenza, fidatevi, finirà per conquistarvi del tutto.

Tom Ford Tuscan Leather

Anche il cuoio ha un suo profumo, inebriante se le pelli sono di ottima qualità e conciate a dovere. Lo sanno bene gli ideatori di Tom Ford Tuscan Leather che hanno dato vita ad un prodotto tendenzialmente unisex ma in effetti più adatto ad un pubblico maschile che ad un’utenza femminile.

Quello qui in esame non è di certo un profumo pensato per creare una scarica ormonale e d’altra parte non utilizza alcuna nota considerata seducente. Di fatto però trasmette l’idea di potere e di sicurezza in sé stessi ed è questo che rende tale fragranza comunque sensuale.

Zoologist

I profumi della collezione Zoologist non sono soltanto di nicchia, ma di nicchia nella nicchia. In qualche modo rimandano all’idea di velenoso e decadente, c’è in loro qualcosa di spaventoso ed attraente al tempo stesso. Si tratta di fragranze più che altro da collezione: difficilmente potreste usarle infatti come delle normali essenze ed altrettanto difficilmente potreste stare vicino a qualcuno senza destare reazioni dubbie.

Questi prodotti sono quasi degli esperimenti, dei tentativi di sconvolgere chi annusa mediante una nota fragrante. Avete presente quei libri da collezione, quelli che si dice siano maledetti? Beh, si posseggono, si custodiscono, ma non si sfogliano e non si leggono. Così è uno Zoologist.

Ogni profumo della collezione si ispira ad un diverso animale: abbiamo quindi il Bat, molto legato alla terra ed alle piante, l’Hyrax che più che altro è un concentrato di ormone animalesco, il Rhino che è un sapiente mix di cuoio e rhum, il Moth che sa un po’ di morte e così via. Capito che cosa intendevamo?

Nasomatto Black Afgano

Volete comprare un profumo di nicchia e sceglierlo tra quelli più creativi che il mercato ha da offrirvi? Beh, orientatevi su un prodotto NasomattoBlack Afgano, tanto per fare un esempio, è una fragranza balsamica al sapore di cannabis. No, non parliamo di note che rimandano vagamente all’aroma di una droga, ma indossando questo profumo rischiereste seriamente di essere scambiati per degli spacciatori!

Ovviamente però al sapore predominante della marijuana se ne aggiunge qualche altro che mitiga un po’ la situazione. Ci riferiamo in particolare all’incenso, al tabacco, al legno di agar ed alle resine. Il risultato finale è qualcosa di cupo, invernale, virile ed estremamente duro.