Legno di sandalo il profumo dell'autunno

Legno di sandalo il profumo dell’autunno

Una fragranza che scalda il cuore

Indagando sugli ingredienti presenti nelle formulazioni dei migliori profumi maschili, vi renderete conto che il legno di sandalo difficilmente mancherà all’appello.

Questa essenza ha infatti qualcosa di estremamente virile, quasi di erotico. Al contempo però lascia trapelare un retrogusto mistico ed avvolgente, un sapore autunnale capace di scaldare il cuore…

Cenni storici

In pochi sanno che il legno di sandalo è un’essenza ricavata dal Santalum Album, una pianta molto diffusa su territorio indiano. Originariamente il suo odore dovette in qualche modo colpire la fantasia delle popolazioni autoctone: gli estratti ricavati venivano addirittura ritenuti utili ad allontanare gli spiriti cattivi!

Lo yoga tantrico invece mette in relazione questa essenza con l’energia sessuale da convertire in energia spirituale. Al giorno d’oggi poi il legno di sandalo viene utilizzato dalle industrie cosmetiche per dar vita ad una vasta gamma di prodotti pensati per il benessere e la cura del corpo.

I conoscitori dell’aromaterapia infine assicurano che le note di sandalo aiutano a ridurre lo stress, a lasciarsi alle spalle gli stati d’ansia ed ad affrontare il mondo con un po’ di pacatezza in più…

I possibili abbinamenti

Se amate la cultura orientale non potrete che apprezzare l’abbinamento legno di sandalo-pietra corniola. Si tratta di un accostamento che mette in comunicazione l’energia sessuale e spirituale dell’individuo. In particolare questa unione sembrerebbe dare nuova grinta agli uomini. Ma non è ancora tutto. La combo legno di sandalo-corniola funzionerebbe anche nel caso in cui si dovesse in qualche modo placare una certa tendenza all’aggressività o sbloccare un’energia sessuale inibita da cause non meglio precisate. In più l’utilizzo in coppia di questi due elementi può agire positivamente sui disturbi fisici legati al malfunzionamento dell’apparato genitale maschile, risanare infiammazioni di prostata e vescica.

Se invece vi interessano più che altro gli abbinamenti olfattivi allora dovete sapere che spesso il legno di sandalo viene incluso in profumazioni maschili dal sapore orientale. Non è raro perciò legare questa essenza alle spezie in generale (coriandolo o pepe, zafferano o chiodi di garofano poco importa). Molto gettonato è anche l’effetto “selvatico” da cui la tendenza ad accostare quest’ingrediente al cuoio. Il retrogusto sensuale del legno di sandalo ben si abbina poi all’ambra o ancora agli esotici patchouli e papiro. Ma non è tutto.

La nostra fragranza ben si sposa anche con delle note olfattive più o meno vigorose che in qualche modo attivano anche un altro senso: il gusto. Molte volte il legno di sandalo si trova così abbinato al cioccolato fondente o alla mandorla, allo zucchero di canna o al rum passando ancora per il caramello.

C’è da dire infine che il sandalo, aroma autunnale per eccellenza, non ha soltanto la funzione di rendere dolce e sensuale un profumo: grazie alle sue caratteristiche chimiche è in grado di fissare infatti sulla pelle svariati tipi di fragranze prolungando perciò la persistenza di una qualsiasi eau de toilette o dei vari eau de parfum. Da qui la necessità di far spesso ricorso a questa essenza in qualità di nota di fondo.