profumeria artistica

Profumi quello giusto come sceglierlo

Quando si tratta di scegliere il profumo giusto è sempre un’impresa ardua; è come trovare l’abito perfetto per un avvenimento importante: solo quando avremo trovato quello giusto potremo ritenerci davvero soddisfatti. Lo stesso è per la fragranza che scegliamo, perché deve riflettere la nostra anima, il nostro carattere: proprio per questo, il profumo va scoperto, vissuto e amato, prima di scegliere se davvero fa per noi oppure noi.

Il profumo perfetto

In realtà, non esiste un profumo perfetto: c’è chi viene folgorato da una fragranza e la indossa per tutta la vita e chi, invece, la cambia in base al momento, all’umore o al tipo di attività. Il profumo è il tocco in più al nostro look e ci fa conoscere al mondo, per questo deve essere scelto con cura, ci deve far sentire bene prima con noi stessi; è fondamentale, quindi, individuare quello che più si adatta a noi.

Quando indossiamo un profumo, la nostra pelle entra a far parte di quell’essenza di cui il profumo stesso è costituito; per questo, ogni fragranza si rivela differente su ognuno e le caratteristiche della nostra pelle possono cambiarla: varia in base a quello che mangiamo, al ph, ad eventuali farmaci che assumiamo o anche ai livelli ormonali che abbiamo.

Come scegliere il profumo giusto

La prima cosa da considerare nella scelta di un profumo è la persistenza: se da un lato l’Eau de Cologne si presenza freschissimo e ci sprigiona energia, dall’altro svanisce in poco tempo, a causa della sua struttura; sicuramente avrà una persistenza maggiore un’Eau de Toilette e ancora maggiore sarà la durata di un’Eau de Parfum, vista la sua maggiore concentrazione. Ad ogni modo, il più persistente è l’estratto, che è concentratissimo.

Successivamente possiamo scegliere la caratteristica del profumo che desideriamo:

  • gli agrumati hanno quel pizzico di freschezza adatto ad animi sportivi e sono adatti ad ogni occasione;
  • i fioriti sono indicati per le persone romantiche, femminili e di classe;
    i profumi legnosi vanno scelti con moderazione, in quanto hanno note forti, adatte ai tipi più sofisticati;
  • Fougère e Chypre sono giusti per le persone eleganti e di classe;
    le fragranze orientali, più dolci e ambrate, danno quel tocco di sensualità e a chi vuole farsi sentire;
  • quelli cuoiati, infine, sono i più difficili da indossare e sono scelti da pochi intenditori che amano distinguersi.

Il consiglio è quello di spruzzare il profumo sulla pelle appena lavata e nuda: ne aumenterà la durata ed eviterà macchie sui tessuti.

Il profumo giusto: riflesso della nostra personalità

È indispensabile, quando sentiamo un profumo, non giudicarlo subito, perché la prima impressione è un giudizio di sola testa, quello che evapora prima; bisogna attendere alcuni minuti, farlo entrare nella nostra anima, lasciare che ci trasporti: solo così ne gusteremo la sua interezza e sceglieremo quello giusto per noi.

In conclusione, la scelta di un profumo è un percorso introspettivo molto profondo, che va percorso in ogni sua sfaccettatura. Ogni fragranza che ci apprestiamo ad indossare deve essere il riflesso della nostra personalità, deve raccontare la nostra storia e, allo stesso tempo, deve farci sognare.

Solo se ci farà star bene con noi stessi, allora sarà il profumo giusto per noi.